I numeri del Podcast di Alessandro Barbero

Fabrizio Mele
6 min readAug 25, 2023

Cosa e perché

Il panorama dei podcast in Italia ha subito una crescita e un’iniezione di capitale notevole negli ultimi anni. A partire dalla scoperta del mezzo “podcast” da parte del pubblico mainstream sono nate infinite aziende ed iniziative che hanno un po’ alla volta colonizzato un ambiente che fino a qualche anno fa era dominato da creatori indipendenti. Con branded podcast, serie originali, e nuove forme di giornalismo, tutti hanno provato a rendere i podcast un prodotto in grado di generare ritorni sugli investimenti fatti. C’è chi ci è riuscito, chi ci ha provato ed ha fallito, chi ci sta riuscendo e chi sta fallendo.

Le performance di un podcast, in termini di ascolti e di coinvolgimento, sono sempre state un dato avvolto nel mistero, o quantomeno sotto il controllo degli editor di podcast. Non esiste un organismo indipendente che certifica gli ascolti, nessuna Audiweb dei podcast, e chiunque può, più o meno, dire quello che vuole sui suoi ascolti. E quando si tratta di guadagni e profitti, soprattutto in termini di impression pubblicitarie, questi numeri diventano molto importanti, e permettono a chi investe in pubblicità e a chi segue il mercato di capire orientamenti, tendenze, e potenziali di crescita.

In un mondo in cui i numeri reali sono un dato tendenzialmente riservato ho deciso, avendo la fortuna di avere sotto mano quelli di uno dei podcast più di successo in Italia, di effettuare un’operazione di trasparenza, e di diffondere i dati sugli ascolti e sull’audience del Podcast di Alessandro Barbero. Il mio podcast forse non è il più ascoltato in termini di numeri assoluti (d’altronde non ho modo di saperlo), ma i suoi dati possono essere un buon reality check per l’industria nel suo complesso, un termine di paragone su cui raffrontare ricerche, studi e comunicati stampa, un obbiettivo a cui puntare, e anche una curiosità soddisfatta.

L’obbiettivo che mi sono prefissato è di pubblicare un bollettino periodico in cui presento i dati sugli ascolti dell’ultimo periodo, con l’idea che questo mio piccolo sforzo possa essere emulato anche degli editori, piccoli, medi e grandi. Un mercato trasparente potrà crescere sicuramente in modo più salutare, e potremo evitare bolle, storture e investimenti fatti sull’onda dell’hype.

Per ora partiamo con il Bollettino #0, dell’agosto 2023.

Gli inizi

Questo è il primo bollettino, quindi per forza di cose esporrò informazioni di carattere più generale. Una delle cose più interessanti, in generale, tra i numeri del Podcast è il suo andamento in termini di ascolti dal giorno 0.

La serie temporale in figura rappresenta su i download giornalieri così come registrati da Anchor.fm, che all’epoca era il servizio di hosting su cui si appoggiava il podcast. La serie ha inizio nell’ottobre 2018 e termina un anno dopo, e cattura bene la crescita iniziale. I punti viola sull’asse orizzontale i giorni di pubblicazione di almeno un episodio. I dati di Anchor non sono certificati IAB, quindi i valori assoluti sono da prendere con la dovuta cautela.

Intervallo temporale: ottobre 2018 — ottobre 2019. Fonte: Anchor.fm (dati non certificati)

Gli eventi chiave da individuare in questo grafico sono:

  • nella primavera 2019 l’inizio delle pubblicazioni più o meno regolari, un episodio alla volta
  • tra luglio ed agosto 2019 l’aggiunta in testa agli episodi di una breve introduzione parlata

Entrambi gli eventi hanno dato origine ad una crescita del numero degli ascolti, crescita che ho sempre attribuito ad una maggiore qualità percepita da parte degli ascoltatori.

È importante sottolineare che i primi cinque o sei pallini viola corrispondono alla pubblicazione di più di un episodio, anche quattro o cinque alla volta, mentre dalla primavera ogni pallino viola corrisponde ad un solo episodio.

Tendenze dal 2020 ad oggi

Di seguito i dati su start (blu), stream (verde) e ascoltatori (grigio) giornalieri estratti da Spotify dal marzo 2020 ad oggi. Spotify interpreta come “start” l’ascolto da parte di un utente di un qualsiasi numero di secondi di episodio (anche zero), e come “stream” l’ascolto di almeno 60 secondi di episodio.

Spotify non è la sorgente del 100% degli ascoltatori del podcast, quindi i numeri non sono affidabili. I grafici presentati hanno il solo scopo di mostrare gli andamenti e l’evoluzione generale, da cui l’assenza di una scala sull’asse delle ordinate.

Intervallo temporale: marzo 2020 — agosto 2023. Fonte: Spotify

La cosa più evidente è l’andamento a zigzag delle serie temporali: ogni punto rappresenta un giorno, ed essendo il podcast settimanale ci sono giorni (di solito il lunedì) che registrano molti più ascolti del resto della settimana. Non ci sono comunque tracolli, e c’è sempre un “rumore di fondo” costante di persone che ascoltano il podcast tutti i giorni.

Le valli più profonde nel grafico sono dovute alle pause estive, che mi concedo tutti gli anni nel mese di agosto, e a quelle natalizie.

In termini più generali il 2022 è stato un anno abbastanza sottotono, mentre il 2023 ha visto una nuova crescita nel numero di ascolti ed ascoltatori, come si può osservare dal grafico sottostante, che rappresenta sovrapposti gli stream rilevati da Spotify negli ultimi tre anni.

Andamento degli stream negli anni 2021, 2022 e 2023. Fonte: Spotify

Numeri

Per quanto riguarda i dati numerici faccio affidamento su Podtrac, servizio di tracking certificato IAB che è uno standard tra i podcaster. Purtroppo da un po’ di tempo a questa parte il piano free offre visibilità dettagliata solo sugli ultimi 90 giorni di dati, da cui l’utilizzo delle statistiche di Spotify per quanto riguarda le tendenze dal 2020 ad oggi mostrate nella sezione precedente. Tutti i dati presentati da qui in poi sono forniti da Podtrac e certificati IAB.

Secondo Podtrac il Podcast ha accumulato, dal 9 marzo 2020 ad oggi, 25 agosto 2023, 37.889.192 download. Negli ultimi 30 giorni, quindi dal 25 luglio ad oggi, i download sono stati 1.091.895, il 4% in meno del mese precedente (agosto, caldo, ferie). A luglio la media di download settimanali è stata di 268.272. Gli ultimi tre episodi pubblicati hanno raccolto, in media, 52.000 ascolti nei primi sette giorni ciascuno.

Dei 1.091.895 download rilevati negli ultimi 30 giorni:

  • 263.575 sono relativi ad episodi pubblicati a luglio
  • 82.270 sono relativi ad episodi pubblicati a giugno
  • 60.373 sono relativi ad episodi pubblicati a maggio
  • i restanti 685.677 sono relativi agli altri episodi

Questa distribuzione spiega bene l’andamento “a zig zag” evidenziato nei grafici precedenti. Tenete conto che il podcast (ad agosto 2023) è costituito da 245 episodi, di cui 184 unici, 3 annunci o comunicazioni di servizio, e 88 che fanno parte della serie “Barbero Riserva”.

Per quanto riguarda l’audience rilevata da Podtrac il mese di luglio 2023 ha registrato un’audience globale di 593.946 dispositivi unici, in rialzo rispetto a giugno (562.265) e a maggio (590.510). Questo rialzo è un’ulteriore conferma numerica di un rialzo generale che ha coinvolto il Podcast nel 2023. I dati sull’audience nel 2022 oscillavano tra i 480.000 e i 520.000 dispositivi unici mensili.

Sempre in merito ai dispositivi Spotify vince la corona di piattaforma più diffusa, con il 57% dei download totali. Seguono Apple Podcasts, con il 20%, Amazon Music con il 4,5% e Google Podcasts con il 3,7%.

In conclusione

Non sono un data scientist, e dai grafici (che sono screenshot presi da Numbers) si può capire facilmente che non sono capace di fare data visualization interessanti. Questo report è stato scritto con lo scopo di presentare dei dati che trovo interessanti o significativi.

Quando avrò il coraggio di pagare i 240$ di abbonamento a Podtrac per sbloccare i dati disaggregati dal marzo 2020 ad oggi sarò felice di fornirli in csv a chiunque voglia giocarci.

Per il resto sono disponibile per chiarimenti, domande o richieste specifiche all’indirizzo fabrizio@barberopodcast.it.

Questo report e i grafici in esso contenuti sono pubblicati con licenza CC-BY 4.0. In sostanza: sei libero di condividere, ripubblicare, anche in forma derivata, questo articolo per qualsiasi fine, anche commerciale, a patto che attribuisci la paternità all’autore, indichi la fonte sotto forma di link, e non aggiungi misure tecnologiche di restrizione dell’utilizzo. Maggiori dettagli e licenza completa qui.

--

--

Fabrizio Mele

Studente, dev @ monade.io, podcaster. Curo Il Podcast di Alessandro Barbero, mi piacciono xkcd, i gatti, e le serie tv in lingua originale. — Desenzano BS